stress

AMORE E STRESS: COME CONVIVERE?

Gli uomini e le donne di fronte allo stress reagiscono in maniera molto diversa (Leggi l’articolo “DIFFERENZE FRA UOMINI E DONNE“).

Ho sempre avuto relazioni con donne bellissime, meravigliose, sono sempre stato molto attratto, rapporti sessuali super… Con l’aumentare dell’intimità e con il passare del tempo, però, puntualmente cambiava qualcosa: loro cominciavano a parlarmi dei loro problemi. Allora io ho sempre cercato di aiutarle ed ero persino convinto di essere in grado di risolvere tutti i loro problemi. Qualche settimana dopo però, loro avevano di nuovo tutti i loro problemi… Quindi mi sono sentito come fregato. Sono sfigato: tutte le donne che incontro hanno bisogno di terapia! Mi sento proprio sfigato!”

UOMINI E DONNE DI FRONTE AI PROBLEMI

Partiamo dal presupposto che il litigio nella coppia è fondamentale e che scontrarsi è segno di salute della coppia (leggi l’articolo “L’IMPORTANZA DEL LITIGIO“).

C’è da dire,però, che spesso i litigi nascono dalle incomprensioni sulla modalità comunicativa del partner e può essere utile farne chiarezza per evitare inutili tensioni.

Gli uomini tendono a chiudersi e a chiedere consiglio e aiuto alla partner solo in extremis. Le donne invece sono generalmente portate a parlare, a raccontarsi, a svuotarsi di tutti i loro persi, senza per forza aspettarsi di arrivare ad una soluzione! Già solo il fatto di parlare dà loro la sensazione di liberazione e di sollievo.


Il problema, ovviamente, si verifica nel momento in cui uno dei due partner, non sapendo come funzionano l’Universo Maschile e l’Universo Femminile, si aspetta o pretende dal compagno qualcosa che non arriverà mai. 

Questo articolo in particolare è per le donne, ma ha lo scopo di aiutare e venire incontro ai loro compagni (considerate che il 70% dei blog a tematiche psicologiche è letto dal sesso femminile… quindi, per forza di cose, siamo sicuramente noi a doverci tirar su le maniche e a fare il lavoro per noi ma anche un po’ per la coppia!).

Veniamo al dunque.

Vi è mai capitato di sfogarvi con il vostro compagno riguardo il lavoro, il comportamento di quell’amica, di vostra madre, il meteo, insomma, di qualsiasi cosa, e di vederlo, dopo pochissimo tempo, cominciare a irritarsi, a guardare in alto, a muoversi avanti e indietro? Oppure di essere fermate ogni 2×3 da sue frasi che sminuiscono quello che voi avete detto, che lo ridimensionano, quando invece per voi è una cosa importantissima, o a darvi suggerimenti e consigli che non ritenete validi?  

Un’utile ed efficace strategia di buona-comunicazione può essere questa.

Prima di cominciare a parlare dei vostri problemi con il partner, chiedetegli:

“Solo 10 MINUTI!”

10 minuti sono il limite che un uomo generalmente può sopportare nel sentir parlar di problemi. Forse il vostro partner è arrivato anche all’ora e mezza di ascolto di lamentele, ma è probabile che dentro di sé abbia pensato: “Chissà che per qualche giorno adesso lei stia tranquilla!”

Donne, parlate con il vostro partner, REGOLARMENTE.

Ma dei problemi, parlatene solo per 10 minuti.

stressLui, ascoltandovi, cercherà di interrompervi perché nell’Universo Maschile i problemi si risolvono e se se ne parla è proprio per trovare delle soluzioni.

Soluzioni che forse a voi, ora, non interessa trovare. Forse avete solo bisogno di liberarvi dai pesi accumulati durante la giornata, senza per forza cambiare qualcosa.

Dite al vostro compagno:
No no, no! Non devi aggiustare le cose che non vanno! Mi sentirò meglio se mi lascerai parlarne, semplicemente ascoltandomi, perché questo già mi fa stare bene!”.

Lui penserà che siete strane ma dopo 10 minuti voi sapete che vi sentirete bene e ringrazierete i vostri compagni per avervi ascoltate.

Poi, di quell’argomento, non parlatene più!

DI COSA HANNO BISOGNO, UOMINI E DONNE

Gli uomini devono sentire di poter dare qualcosa che fa la differenza nella vita delle loro donne.

Però, donne, quando andate avanti con i vostri discorsi… e parlate… parlate… parlate… e il vostro partner sta in silenzio, potreste pensare: Aaah! Che giorno magico! Non mi stai interrompendo!” e continuate, continuate, continuate… Ma il vostro uomo inizia a pensare: “Mamma mia, quanto è incasinata questa qua..”.

All’inizio va bene perché l’uomo è convinto con le sue parole magiche di essere in grado di risolvere tutto… Però poi, quando qualche settimana dopo si riparla dello stesso identico argomento o problema, lui pensa “ Ma cavolo! Come fai ancora ad essere preoccupata per questo! Ne avevamo già parlato! Non l’avevamo già risolto??”

E’ importante capire che, nelle donne, parlare dei problemi produce OSSITOCINA e l’Ossitocina, ricordo, è l’ormone che abbassa il livello di stress. Ma se lo fate troppo, o troppo spesso con un uomo, lui si sentirà impotente, incapace e quindi si abbasserà in lui il suo livello di TESTOSTERONE (l’ormone che abbassa il livello di stress nell’uomo e che viene prodotto quando si sente grande, quando ottiene risultati, quando si sente utile).

Se le donne fissano l’intenzione di parlarne per 10 minuti, il loro cervello comincerà a imparare a elaborare le negatività e ritornare poi alle emozioni positive.

È una questione di scelta.

Per 10 minuti la donna deve poter sfogarsi e l’uomo deve imparare ad ASCOLTARLA senza proporre soluzioni.

Lui dovrà capire che senza dover far nulla sta aggiustando le cose: il solo concedere lo sfogo aumenta il livello di Ossitocina della donna, lo stress si abbassa, e chi è l’artefice di tutto questo? L’uomo! Che si assumerà il credito del benessere della sua donna e ciò farà aumentare il suo livello di Testosterone (più Testosterone, meno stress).

Agli uomini verrà istintivo risolvere i problemi della donna, ci sarà l’irrefrenabile tentazione di proporre soluzioni, “Fai così! Fai colà!”… E invece l’uomo deve tornare a rilassarsi e a dirsi “Qual è il mio compito? Il mio compito è di ascoltare. Lei è capace di risolvere tutti i suoi problemi. Il mio ruolo deve essere quello dell’ORECCHIO, di ascoltare, in modo che lei non si senta sola”.

STRESS PER L’UOMO E STRESS PER LA DONNA

Lo stress più grande per una donna è di SENTIRSI SOLA.

Credere che nessuno la veda… la ascolti… che nessuno sia lì per lei… a coccolarla, ad accarezzarla.

L’uomo non capisce questa cosa.

Per l’uomo stare da solo come un monaco in Tibet, è bellissimo.
Qual è l’aspetto doloroso per l’uomo?

Per l’uomo la più grande fonte di dolore è quando nessuno ha bisogno di lui.

L’uomo ha bisogno di sentire che lui contribuisce a creare la differenza nella situazione, nella realtà, nell’ambiente, altrimenti vive in uno stato che in parole si traduce nella seguente frase: “Io sono INCAPACE di dare un’impronta, di fare la differenza”.

La donna deve imparare a dire all’uomo, prima di iniziare con i suoi 10 minuti di sfogo (di diritto!):
Non devi dire niente” – “Non devi neanche sistemare niente” – “Voglio solo parlarti delle mie emozioni” – “Non devi neanche sentirti in colpa! Non cambiare! Devi solo ascoltarmi, tutto qui. E stai facendo un lavoro straordinario.”

CONSIDERAZIONI FINALI

E’ importante dire all’uomo cosa si prova quando lui ascolta senza dire nulla e restituirgli un apprezzamento.
Dire all’uomo “Non devi cambiare! Non devi sentirti in colpa” lo fa stare bene.
Lo fa sentire libero, leggero. IMPORTANTE.
Così aumentano il livello di Ossitocina nella donna, che parlando e sfogandosi si sente compresa e accolta, e aumenta il livello di Testosterone nell’uomo, che si sente importante perché percepisce di aver fatto la differenza, di aver lasciato la sua “impronta”.

E vissero tutti felici… e meno stressati

 

Tutte gli articoli, le immagini e le frasi sono protette da Copyright
© DR.SSA ILARIA CADORIN

SE VUOI VEDERE ALTRE IMMAGINI E LEGGERE ALTRE FRASI
Metti il tuo MI PIACE alla mia pagina Facebook
Dr.ssa Ilaria Cadorin Training Autogeno

ILARIA CADORIN

Segui il mio profilo INSTAGRAM
 ilariacadorinpsicologa

ilaria cadorin

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.