cancellare il passato

CANCELLARE IL PASSATO

Si può cancellare il passato?

L’altro giorno ho osservato una bambina intenta a disegnare. Era seduta ad un tavolino, con le matite a disposizione e i fogli sparsi davanti a lei. Stava disegnando un paesaggio e ad un certo punto si è bloccata per cancellare, per tre volte consecutive, il cerchio del Sole che non le stava venendo come lei aveva in mente.

Mi sono accorta, guardando il suo foglio, che il segno della matita cancellata era rimasto visibile nonostante gli energici tentativi di cancellatura con la gomma. Quel segno si vedeva ancora molto chiaramente.

Ho pensato alla nostra vita, ho pensato alle storie che tanti di voi mi raccontano nel mio studio o mi scrivono nella pagina Facebook.

Il nostro passato non si può cancellare, mai.

Per quanto ci dia fastidio e ci faccia arrabbiare, il segno del nostro passato rimane e rimarrà per sempre con noi, perché siamo noi, ha fatto parte di noi e della nostra vita.

Questo articolo però non vuole fermarsi alla mera e banale considerazione del fatto che “il passato è indelebile“, positivo o negativo sia stato… ma piuttosto all’atteggiamento spettacolare di questa bambina: lei ha CONTINUATO a disegnare e a cancellare con la stessa energia. Per tutte e tre le volte.

Non ha pensato: “Il prossimo disegno lo farò più leggero, così se sbaglio sarà più facile cancellarlo”.
Non ha pensato: “Strappo il foglio e ricomincio da capo“.
Non ha pensato nemmeno: “Mi accontento del cerchio fatto e pazienza“.

Di fronte ad un segno che non le piaceva, questa bambina non si è fatta alcuno scrupolo nel cancellarlo e ridisegnare, finché non si è sentita completamente soddisfatta del suo cerchio.

Come si sarebbe comportato un adulto in questa situazione?

Di fronte all’insoddisfazione del disegno, un adulto avrebbe forse potuto bloccarsi. Sarebbero iniziati i “E se…” e i “Ma, i “Forse non sono capace”, “Forse non è per me”, “Forse non è il momento”, “Non sono felice ma mi devo accontentare di quello che ho fatto/posso fare”.

Così come nella vita, un adulto di fronte agli errori  che commette, si blocca pensando: “Mi arrendo, ormai va così da una vita e niente cambierò mai”, “Sbaglio sempre, tanto vale smettere di provarci ancora”, potrebbe anche cadere in depressione, vittima del suo passato dal quale non riesce a svincolarsi.
L’aspetto più triste è che probabilmente questa persona rinuncerebbe AD UN SOLO PASSO dalla riuscita del suo “disegno perfetto”, della sua vita a 5 stelle.

Impariamo dai bambini.
TORNIAMO un po’ bambini.

Il passato è andato così come è andato e non ha senso bloccarsi di fronte a ciò che ora non può essere modificato.

Se abbiamo agito in un modo, se abbiamo fatto delle scelte anziché altre, è perché in quel momento del passato non avevamo altre alternative migliori.

Non possiamo fermarci a rimpiangere le nostre mancanze, i nostri errori, i nostri “disegni sbagliati“. Dobbiamo trovare la forza e l’energia per andare avanti, meglio di prima!

Certo, se continuiamo a cadere sulle stesse buche, probabilmente è importante capire il “perché” e trovare il giusto aiuto per cambiare direzione alla nostra vita.

Come dice il detto: “Sbagliare è umano, perseverare è diabolico!”.

Quando abbiamo capito il perché dei nostri sbagli, possiamo cominciare ad agire in un modo nuovo e diverso.

Nella nostra realtà, ad esempio, se finora il nostro “disegno” della relazione di coppia è stato sbagliato, possiamo imparare a farne uno nuovo senza continuare a rimpiangere ciò che è stato fatto ma cambiando completamente rotta per il futuro.

Io e il partner fino a questo momento non abbiamo comunicato abbastanza? Comincio ora a parlare! Io e il partner, da quando sono nati i figli, non abbiamo condiviso molto i nostri spazi? Trovo attività e momenti che possano essere di condivisione di coppia! Quando litigo con il partner mi chiudo in me stessa tenendo il broncio per due giorni? Imparo nuovi modi di affrontare e gestire i conflitti!

Questi sono solo alcuni esempi di cosa significa, nella quotidianità di tutti noi, continuare a disegnare con energia la propria vita, nonostante gli sbagli e gli errori commessi.

Tu che tipo di adulto sei? Di fronte agli errori del passato ti blocchi oppure perseveri con energia per migliorare la tua vita? Fammelo sapere scrivendolo nei commenti!

© DR.SSA ILARIA CADORIN
Psicologa n°9570 Albo Psicologi del Veneto

Metti il tuo MI PIACE alla mia pagina Facebook
Dr.ssa Ilaria Cadorin Training Autogeno

ILARIA CADORIN

Segui il mio profilo INSTAGRAM
 ilariacadorinpsicologa

ilaria cadorin

Leave a Comment

You must be logged in to post a comment